Cos’è il Crowdfunding? – Una scaletta particolare…


Ciao, oggi vorrei offrirti un contributo importante nel tuo percorso verso la consapevolezza al mondo del crowdfunding.

Iniziamo con la definizione generale:’”Con Crowdfunding viene descritta la cooperazione collettiva di un network di persone, le quali mettono in condivisione soldi e risorse per supportare iniziative di altre persone o organizzazioni.

Raccolta di fondi, per lo più tramite Internet, attraverso piccoli contributi di gruppi molto numerosi che condividono un medesimo interesse o un progetto comune oppure intendono sostenere un’idea innovativa.”

Ovviamente ero obbligato a fare ricorso alla definizione istituzionale e più formale possibile.

Ora cercherò di farti capire più dettagliatamente cos’è il crowdfunding, sempre nel caso in cui non lo conoscessi ancora. Utilizzerò una scaletta che solitamente uso quando incontro nuovi progettisti che da poco si sono affacciati al mondo del crowdfunding.

Questa scaletta, ho deciso di crearla in una delle tante esperienze avute negli ultimi tempi, dopo aver conosciuto casualmente questi nuovi progettisti, che avevano appena seguito una serie di convention sul crowdfunding.
Ho subito notato la loro grande voglia di concretizzare le informazioni ottenute in qualcosa di reale. Erano partiti in quarta con grande motivazione, volevano imparare tutto e in breve, per poter lanciare la loro prima campagna.

In fondo li capisco, anche io appena introdotto nel mondo del crowdfunding, avevo il cervello in propulsione nucleare. Scoperto il meccanismo la mia mente ha iniziato elaborare tutte le fantasie e i progetti che da una vita avevo nel cassetto e stava apprendendo che finalmente potevano uscire da quel maledetto. Certo!!! Perché ovviamente il problema costante del perché questi sogni rimanevano lì era la mancanza di fondi iniziale.

Però ho presto scoperto che non basta la buona volontà iniziale, ma ci vuole una strategia più precisa. Una delle cose principali per lo meno è quella di conoscere quali sono le tipologie di crowdfunding, quali sono gli strumenti e quali sono i player in questo mondo.

Iniziamo con il dire che tecnicamente il crowdfunding è un sistema di micro credito.

É composto da un progettista, che ipotizziamo sia tu.

Tu che hai un idea, un progetto o un’iniziativa!

Perfetto!
Ti dico che grazie al crowdfunding puoi reperire i fondi, non solo dai grandi istituti di credito come banche o finanziarie, ma potrai fare appello alla “colletta” e sostanzialmente all’aiuto di tutti, attraverso piattaforme web dedicate.

In primo luogo, ti spiego il significato della parola così da renderti più chiaro l’argomento.

Il termine crowdfunding è la composizione di due parole inglesi: Crowd e funding.
Crowd significa folla, mentre funding finanziamento, la traduzione letteraria sarebbe quindi:
folla-finanziamento – quindi il finanziamento della folla.

Sostanzialmente esistono 4 modelli di crowdfunding:

  • Reward based:
    Si tratta del metodo più comune di crowdfunding. Consiste nell’inserire il tuo progetto all’interno di una piattaforma sul web per raccogliere fondi, questi fondi che i tuoi backers (cioè i finanziatori) ti stanno offrendo, sono delle vere e proprie donazioni. Però per fare in modo che i finanziatori si uniscano alla tua causa è bene offrire delle ricompense in cambio. Le ricompense dovranno essere pensate in modo da rendere allettante ed interessante la spesa compiuta dai tuoi finanziatori.
  • Equity based

Si tratta di uno dei metodi più rilevanti nel mondo del crowdfunding. Consiste nell’inserire un progetto all’interno di una piattaforma sul web per raccogliere fondi. Però in questo caso i tuoi backers (sempre i finanziatori 😀) stanno compiendo veri e propri investimenti, infatti dovrai decidere il budget che ti occorre e quale percentuale di quote aziendali intendi dare in partecipazione.
Sì! perché adesso stai ricercando fondi, ma anche dei soci capitali, che alla chiusura dell’anno divideranno con i soci in carica i dividendi della azienda.

  • Lending P2P

Si tratta di un metodo di crowdfunding. Viene considerato come uno scambio di prestiti fra privati che avvengono attraverso una piattaforma web che fa da garante del procedimento. Questo metodo consente ai privati di prendere le parti dei grandi istituti di credito come banche e finanziare attraverso i propri risparmi. Ma nello stesso modo consente di chiedere prestiti ad altri privati scelti dalla piattaforma, con dei tassi migliori delle banche e delle finanziarie.
In pratica si divide in una doppia funzione: investire nei prestiti ai privati e richiedere prestiti ai privati.
Quindi in questo caso potrai essere un cliente richiedente oppure un cliente finanziatore.
Decidi tu 😉, ma mi raccomando, leggi tutti i termini di adesione e i contratti di finanziamento per essere sempre sicuro di ciò che stai facendo.

  • Donation based
    Si tratta di un metodo di crowdfunding. Viene considerato la forma primordiale del crowdfunding. Consiste nella tradizionale donazione alla quale non corrisponde un ritorno economico o una ricompensa al donatore. Solitamente utilizzato da Onlus, associazioni senza scopo di lucro e le altre forme di attività no profit. Anche in questo caso si inserisce il progetto all’interno di una piattaforma. Molte volte si tratta di un progetto con un chiaro scopo sociale e i backers, se verranno coinvolti dalla causa, doneranno senza ricevere in cambio  nulla.

Ecco ora ti ho fatto vedere la scaletta di apertura per farti scappare 😀 nei prossimi articoli giuro che entrerò nel particolare di queste 4 grandi ramificazioni del crowdfunding. Voglio davvero darti il modo di scegliere quella più giusta per te!

#falloconlafolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *