Il crowdfunding anche nell’arte…

Ciao…

Come avrai capito il crowdfunding è adatto a finanziare davvero tantissime tipologie di iniziative, prodotti o servizi.
In questo articolo cercherò di raccontarti qualche episodio del crowdfunding nel mondo dell’arte.


Nella musica… Il cantautore Francesco Cioffi ha dato vita al suo disco “L’uomo dei miracoli” grazie ad una campagna di crowdfunding sulla piattaforma italiana Eppela.
La campagna ha riscosso un grande successo raccogliendo 4.735 € attraverso 116 sostenitori, un ottimo traguardo considerando che l’obbiettivo prefissato era di 3000 €.
In questo modo l’artista italiano ha potuto utilizzare i fondi raccolti per affrontare le spese di produzione, registrazione e promozione del disco .

Nel teatro… Voglio parlarti di un progetto che è appena partito ma mi ha colpito molto, si tratta di «LiNUTILE per tutti», un progetto ideato dai giovanissimi allievi dell’Accademia LiNUTILE di Padova, lo scopo della campagna è quello di creare il primo fondo dedicato alla formazione teatrale dei giovani tra i 16 e i 18 anni. Offrendo una formazione con professionisti del teatro italiano, cercando di essere non solo una scuola di teatro ma anche un importante opportunità di crescita culturale per i ragazzi, aiutandoli a superare le situazioni di disagio giovanili tipiche di quell’età.
Il progetto è appena partito su Eppela e si pone come obbiettivo 1500 €, spero vivamente che questi ragazzi riescano a finanziare la loro idea e senza dubbio li sosterrò.

Per concludere… Voglio raccontarti un caso diverso, un po’ particolare, sì perché questa volta non è l’artista a lanciare una raccolta fondi, ma i suoi fan!

A Londra, i fan del defunto David Bowie “il duca bianco” hanno lanciato una campagna di crowdfunding, per raccogliere 990,000 £ che serviranno per realizzare un gigantesca saetta in ricordo del mitico artista, la stessa dipinta sul volto di Bowie sulla copertina dell’album Aladdin, proprio nel suo quartiere di nascita: Brixton.
Nei primi tre giorni sono stati raccolte quasi 30 mila sterline ma la strada è ancora lunga, le ricompense sono davvero ambite dai fan, si va da t-shirt esclusive fino a stampe in tiratura limitata e molto altro ancora.

Le iniziative per omaggiare David Bowie, scomparso a gennaio del 2016, sono state tante. Dai flash mob, fino ai tributi nei festival o ai francobolli, i fan hanno fatto di tutto per ricordare l’artista.
Sicuramente questa iniziativa è qualcosa di molto più eclatante e soprattutto di duraturo nel tempo.

Se la campagna andrà a buon fine, poco distante dal murales dedicato a Bowie a Bixton, il suo quartiere di nascita, si ergerà questa gigantesca opera alta nove metri e larga sei.

Tu parteciperesti ad una campagna per il tuo artista preferito?
Beh io sicuramente lo farei…😎

#falloconlafolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *