Il telefono senza fili…

Ciao.

La mia vita da Backers compulsivo continua…

Oggi ti parlo di un fantastico prodotto che ho appena sostenuto. Detto fra noi, non vedo l’ora che arrivi a casa la mia ricompensa… 

Vorrei iniziare con il dire che i cellulari e gli smartphone hanno fatto grandissimi progressi negli ultimi decenni, io infatti sono uno di quelli che non ne può fare a meno. Ma c’è una barriera che ancora non è stata abbattuta.

Il limite di cui ti sto parlando, è la necessità di attaccarlo ad un cavo, collegato ad una presa elettrica per poterlo ricaricare.

Devo dire che per me è proprio una scocciatura!

Dai… Parliamoci chiaro, non ti scoccia mettere in carica il cellulare ed essere costretto ad utilizzarlo attaccato ad un filo? Che tra le altre cose prima o dopo si romperà e dovrai sostituire… Io, detto sinceramente l’ho già cambiato tre volte!😎

Negli ultimi anni abbiamo sentito molte promesse rispetto alla possibilità di caricare il nostro inseparabile telefono senza dover utilizzare i cavi.

Però per ora, le uniche cose che sono diventate realtà sono dei carica batterie wifi, sui quali si può appoggiare il telefono, ma che comunque di progresso hanno ben poco. Si perché questo grande “progresso”, ha addirittura ridotto l’uso che ne’ possiamo fare mentre è in carica.

Sono felice di dirti che a breve tutto questo potrà cambiare.

Grazie a Motherbox un progetto lanciato sulla piattaforma Indiegogo, dalla start up Yank tech capitanata dal giovane newyorkese Josh Yank, che è riuscita a raccogliere 93,254 $ da 899 sostenitori, un ottimo risultato dato che, mancano ancora un paio di settimane alla fine della campagna e il loro obbiettivo era raccogliere 25,000 $.

Motherbox, è il primo vero carica batteria wireless, in grado di fornire 2 watt di potenza rimanendo a mezzo metro di distanza e di aumentare la velocità di ricarica avvicinandosi all’apparecchio fino ad un massimo di 10 watt.

Sarà disponibile in due versioni, una per la casa che deve restare collegato alla presa e una più piccola e meno potente che però potremo portare in giro con noi.

Poi devo dire che il design di questo apparecchio è davvero caratteristico, infatti mi ricorda un pallone da calcio futuristico, illuminato da luci al neon che richiamano i film di fantascienza.

Dopo aver sostenuto questo progetto, non vedo l’ora di ricevere il mio Motherbox, sono convinto che questo utilissimo dispositivo possa essere il primo passo per liberarmi da cavi attorcigliati, rotti ed in ogni caso sempre troppo corti. ☺

#falloconlafolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *