Il crowdfunding anche nella ricostruzione delle scuole…

I piccoli studenti del nostro paese rappresentano il 100% del nostro futuro e questo lo sappiamo bene! Negli ultimi anni però la nostra magnifica nazione e stata colpita da molti terremoti.
Ovviamente durante queste catastrofi anche alcune scuole sono state rese inagibili.Molti sono stati i progetti di crowdfunding per cercare di aiutarle.

Come quello della città di Sarnano, un piccolo borgo medievale in provincia di Macerata, nelle Marche.
In questo comune il terremoto ha reso inagibili tre edifici scolastici: la scuola primaria, quella elementare e la scuola media.
Il sindaco e l’amministrazione comunale si sono dati da fare sin da subito, per fare in modo che gli studenti della scuola primaria e secondaria potessero essere accolti nell’unica struttura anti sismica e quindi sicura : il Liceo Scientifico “A.Gentili”.
Un’ottima soluzione che ha permesso ai ragazzi di cominciare la scuola solo con una settimana di ritardo, anche se con orari completamente diversi dalla consuetudine. Infatti ora fanno lezione al pomeriggio invece che la mattina.

Questo cambiamento di orari ha cambiato completamente ai bambini il modo di vivere la giornata, avendo ripercussioni sul rendimento scolastico.

Invece i piccoli della scuola d’infanzia non frequentando la “scuola dell’obbligo” non sono ancora tornati in classe. Rimasti a casa in compagnia di nonne o babysitter, dovendo rinunciare così a prepararsi con i loro coetanei alla scuola elementare.

Allora il comitato “Tutti a Scuola Sarnano” con la collaborazione dell’amministrazione comunale, ha lanciato una campagna di crowdfunding per acquistare tre moduli prefabbricati in legno, nel quale poter ospitare gli alunni.
La campagna si è conclusa raccogliendo 2.860 € speriamo che siano sufficienti per sviluppare almeno parte del progetto!

In ogni caso se volessi aiutarli anche tu poi contattarli scrivendo a: tuttiascuolasarnano@gmail.com anche se la campagna è conclusa sono sicuro che un aiuto in queste situazioni è sempre ben accetto.

Un’altra campagna per aiutare le scuole colpite dal terremoto è quella lanciata dall’associazione RicostruiAMO Fiastra.
Con l’aiuto di molti volontari su incarico dell’amministrazione comunale, si sono rivolti al crowdfunding tramite la piattaforma italiana Eppela.
L’obbiettivo di questa campagna era quello di raccogliere 5.000 € per acquistare banchi, sedie e tutto l’arredo necessario per la scuola elementare e materna, del piccolo comune di Fiastra in provincia di Macerata.
Perché dopo il terribile terremoto del 30 ottobre, ha visto le proprie scuole distrutte e i bambini costretti a cominciare l’anno scolastico in strutture diverse, sconosciute e spesso molto lontane.

La campagna si è conclusa con successo!
Sono stati raccolti ben 32.253 € tramite 213 sostenitori, risultato eccezionale considerando che questo piccolo comune conta solo 600 abitanti…
Permettendo ai piccoli studenti di ricominciare il secondo quadrimestre in serenità, in strutture adeguate con gli arredi nuovi…

Questi sono solo alcuni esempi di come il crowdfunding ha contribuito nella ricostruzione delle scuole.

Uno splendido esempio di solidarietà e consapevolezza, perché come tutti sappiamo SENZA SCUOLA NON C’È FUTURO.

#falloconlafolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *