Mi scusi cameriere, me lo incarta?


Porti mai a casa il cibo che avanzi nel piatto al ristorante?

Se devo essere sincero io raramente mi faccio “incartare” gli avanzi.

Non per il gesto perché non c’è nulla di qui vergognarsi nel portare a casa qualcosa che si è pagato, anzi e davvero sciocco lasciarlo lì. Infatti in tutto il mondo è quasi ovvio portare a casa quello che non si è finito di mangiare.
Come ti ho appena detto non ho nessun problema nel chiedere al ristoratore se può incartami quello che ho avanzato, ma quello che davvero mi disturba è il modo in cui vengono impacchettati gli avanzi.
Spesso come tutti, dopo una cena non vado a casa ma magari faccio una passeggiata e bevo qualcosa, è davvero scomodo continuare la mia serata con una vaschetta d’alluminio magari chiusa male e gocciolante.

La pensi anche tu come me?

Quindi ricapitolando, spesso mi piacerebbe portare a casa gli avanzi ma non lo faccio per “colpa del packaging”, chissà quante altre persone la pensano come me.

Nel frattempo i dati dello spreco alimentare nella ristorazione sono agghiaccianti.
Si parla di 185.000 tonnellate di cibo avanzato buttato nella spazzatura all’anno, un numero davvero enorme.

Così un gruppo di 4 persone ha pensato di rivisitare la classica vaschetta per gli avanzi, rendendola comoda e addirittura bella!

Si tratta del progetto Rebox, che con Refood un contenitore con due pratiche maniglie, comodo da trasportare e bello da vedere, grazie alla grafica ideata da artisti emergenti.
Il progetto partito a Gennaio 2017, è stato accolto a braccia a parte dai ristoratori, pensa che hanno aderito già 105 ristoranti sparsi per tutto lo stivale.

La prima produzione è stata di 3.000 pezzi, e in pochissimo tempo hanno finito le scorte!

Cosi per soddisfare le richieste di ristoratori e produrre altri Rebox si sono rivolti al crowdfunding, lanciando una campagna con l’obiettivo di raccogliere 10.000 €.

Con il supporto di “Postepay crowd” e di 104 sostenitori questo progetto è riuscito raggiungere il suo traguardo.
Ho contribuito anche io alla raccolta, e non ti nego che sono già stato in un ristorante di quelli che hanno aderito.
Ho avanzato quasi di proposito il mio filetto, solo per il gusto di portalo a casa in quel fantastico contenitore.

Devo dire che l’ho trovato davvero comodo e spero che grazie ad iniziative come questa possa, crescere il trend positivo di portare gli avanzi a casa evitando di buttarli.

#falloconlafolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *