Giocando con la tua città

In questo articolo voglio parlarti di una campagna di crowdfunding che ha rivisitato uno degli amori della mia vita.

No, non mi riferisco alla ragazza a cui o dato il primo bacio, anche se il suo ricordo mi ruba sempre un sorriso.
Ma ad una cosa che mi ha regalato ancora più emozioni…


Sto parlando di un gioco, e non di un qualsiasi “Big Jim” o di un dozzinale video-game sto parlando di qualcosa che per me rappresenta il gioco per antonomasia, un gioco capace di raggruppare una famiglia attorno ad un tavolo per ore, un gioco per tutte le età da 8 a 99 anni, come si legge sulla confezione.
Ancora ricordo le liti per “Parco Della Vittoria” o per “Viale Dei Giardini”. E se devo essere sincero di tanto in tanto passo le serate con amici a lanciare dadi cercando di non fare finire il mio ditale argentato sulla casella degli imprevisti, già, gioco ancora a “Monopoli” e non credo che smetterò mai, d’altronde lo dice la scatola da 8 a 99 anni!

Devono aver nutrito la stessa passione anche i ragazzi di Torino che verso la fine del 2016, hanno deciso di lanciare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma italiana Produzioni Dal Basso, per finanziare la seconda edizione di “Torinopoli”, una rivisitazione dello storico gioco, questa volta però basato sulla loro città, Torino.

Davvero una fantastica idea, le pedine sono il gianduiotto, il contenitore per la bagna caoda e molte altre icone della città, la valuta invece è il “sold” e sulle banconote sono ritratti i volti di torinesi illustri.
Inutile dire che la community della città di Torino a sposato ed apprezzato a pieno l’idea, infatti la campagna di Reward ha raccolto su Produzioni Dal Basso 48.705 € da ben 1427 sostenitori e devo ammetterlo ho partecipato anche io, non ho resisto. Anche se ho deciso di non ricevere la ricompensa con la speranza che presto nasca anche il Monopoli della mia città.

Infatti dopo questa campagna anche altre citta hanno preso spunto, ad esempio a Pesaro dopo circa 6 mesi dal lancio di Torinopoli è nato Pesaropoli.

Che dire io vivo a Milano, e scalpito al pensiero di tirare i dadi sperando di riuscire ad acquistare via Monte napoleone oppure di avere il mio albergo in Corso Como.

Sicuramente se qualcuno lanciasse una campagna per il gioco da tavola per la mia città la sosterrei con tutte le mie forze……
E tu?

#falloconlafolla

2 risposte a “Giocando con la tua città”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *